Marzo – n°1/2012 (36)

Questo numero si apre con una ventata di novità, come esposto nell’Editoriale di Stefano Moretto. Numerose anche le riflessioni sul naufragio della Costa Concordia e sulla potabilizzazione delle acque.

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

Il numero di marzo de Il Pianeta azzurro si apre con il consueto Editoriale di Stefano Moretto che individua le novità di quest’anno. Fondamentale, secondo lui, un rinnovo continuo affinché si possa seguire le novità che la Terra porta con sè.

Tra le novità che Il Pianeta azzurro presenta, c’è la realizzazione della Collana del Faro che ha lo scopo di illuminare il mondo sugli aspetti ecologici e sociali più complessi.

Chiara Capone e Claudia Gaggiottino ci espongono l’intervista al nuovo soggetto attuatore per l’emergenza della Costa Concordia: Giampiero Sammuri. Quest’ultimo approfondisce alcune problematiche legate alla dispersione dei rifiuti dovuta al naufragio della nave, a pochi chilometri dalle coste dell’Isola del Giglio. Sempre sulla Costa Concordia è la riflessione contenuta nell’Oblò di Angelo Mojetta: diventa problematica la trasformazione di un viaggio per mare in una festa continua e incauta.

Infine, Marco Ferro espone la possibilità di una potabilizzazione delle acque, fondamentale in funzione di una crescente richiesta idrica.

SOMMARIO

27  Eccoci ritrovati, di S. M.
28  Nasce “La collana del faro”, di Stefano Moretto e Mario Salomone
30  Costa Concordia: il problema dei rifiuti. Intervista a Giampiero Sammuri, di Chiara Capone e Claudia Gaggiottino
31  Oblò. Fatti non foste…, di Angelo Mojetta
32  Il benessere dell’acqua. La potabilizzazione delle acque, di Marco Ferro

 

INSIEME PER UN PIANETA MIGLIORE

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

ABBONATI ORA alle testate “.eco”, “il Pianeta azzurro” e “Culture della sostenibilità”

ADERISCI COME SOCIO e, oltre a ricevere le nostre pubblicazioni, potrai partecipare alle attività della Rete WEEC Italia

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.