Febbraio – n°1/2009 (23)

Questo numero de Il Pianeta azzurro si apre con l’Editoriale “Brr che caldo…!” di Stefano Moretto con una riflessione sul riscaldamento globale. La neve è anche al centro della riflessione di Angelo Mojetta sulla relazione tra crisi climatica ed economica.

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

L’Editoriale Brr che caldo…! di Stefano Moretto apre questo numero de Il Pianeta azzurro proponendo una situazione apocalittica risultata a seguito dell’evolversi del riscaldamento globale. Il periodo di gelo di quest’anno non è, infatti, in alcun modo considerabile come un semplice cambio di tendenza del fenomeno.

Numerosi anche gli eventi a tematica acquatica che sono raccolti nella consueta rubrica Cronaca sotto-sopra, come il Scatti d’acqua: un concorso fotografico per i mille volti dell’acqua. In palio un week-end per due persone in una capitale europea.

Un approfondimento sulle wetland è riportato nell’articolo sulla Giornata mondiale delle Zone Umide, in cui Stefano Moretto si concentra sulla loro importanza, spesso sottovalutata.

Nell’articolo Percorsi d’acqua nella storia e l’impronta del ghiaccio, in cui viene descritta la sacra di San Michele, simbolo piemontese e spunto per una riflessione sul ghiacciaio valsusino ch4e terminava poco dopo l’incontro
con la Pianura Padana.

Infine, nell’articolo A me (m’)importa, di Angelo Mojetta, viene raccolta una riflessione sulla neve, il cambiamento climatico e la crisi economica.

SOMMARIO

Editoriale Brr che caldo…!, di Stefano Moretto
Cronaca sotto-sopra, a cura di Stefano Moretto
3  Giornata mondiale delle Zone Umide, di S. M.
4  Percorsi d’acqua nella storia e l’impronta del ghiaccio, di S. M.
6  Un fiume di libri, a cura di S.M.
7  100% pubblica, di S. M.
7  EcoFocus 2.0
8  A me (m’)importa, di Angelo Mojetta

 

INSIEME PER UN PIANETA MIGLIORE

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

ABBONATI ORA alle testate “.eco”, “il Pianeta azzurro” e “Culture della sostenibilità”

ADERISCI COME SOCIO e, oltre a ricevere le nostre pubblicazioni, potrai partecipare alle attività della Rete WEEC Italia

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.