EducAzione: la parola d’ordine del nuovo numero di Pianeta Azzurro

Il nuovo numero de “Il Pianeta Azzurro” è un mare di nuovi progetti, spunti, interviste e bellissime immagini! Dai progetti di educazione ambientale, ad interviste esclusive, un nuovo numero ancora più ricco di novità.

L’ultimo numero di Pianeta Azzurro ci porta dentro al cuore (blu) del problema dell’inquinamento degli ecosistemi marini; tra inchieste e progetti per analizzare a ricercare soluzioni.

Un numero come sempre variegato e trasversale ma caraterizzato da un focus forte sull’emergenza del marine litter, ovvero dell’inquinamento da plastiche e microplastiche.

Con il progetto “Giona – EducAzione per il futuro del mare” scopriremo come è stato possibili realizzare una collaborazione tra il comprensorio scolastico della Spezia ed importanti istituzioni nazionali ed internazionali come il Centre for Maritime Research and Experimentation della NATO o il CIBRA di Pavia.

i ragazzi presentano i risultati delle ricerche sul ‘Marine Litter’

Un progetto/esperimento fortemente educativo e formativo che prosegue tutt’ora grazie a nuove iniziative ed attività.

Una delle perosnalità coinvolte è un nostro collaboratore di lunga data: il professor Franco Borgogno, (Communication Specialist, research project manager and dissemination specialist at European Research Institute) che con una parte dei ragazzi degli istituti coinvolti si è impegnato in un progetto sulle microplastiche e che proprio “plastica ed oceani” ci parla nel suo editoriale in chiusura del nostro nuovo numero de Il Pianeta Azzurro.

Di microplastiche ci racconterà un’interessante intervista ad Emiliano Greppi, CTO del progetto “Micro Plastic Free“, per farci capire meglio il pericolo invisibile di particelle di plastica dannose per l’ecosistema, per la nostra salute e per la nostra l’alimentazione.

Alimentazione messa già a rischio dalle cosiddette specie aliene che, anche nei nostri mari, minacciano le specie autoctone e il mercato ittico; Paolo Balisteri, biologo marino ed ecologo, ce ne parlerà raccontandoci di “Aliens in the sea“, il scientifico-culturale che, nei prossimi due anni, raccoglierà dati su un gruppo di 19 specie aliene, vegetali e animali, nelle acque siciliane.

E l’ultimo numero di Pianeta Azzurro sarà ancora impreziosito dagli editoriali del nostro coordinatore, Stefano Moretto e dalla consueta rubrica “Oblò” di Angelo Mojetta.

“Crab” di Owen Davey

Questo e molto, molto altro ancora troverete nell’ultimo numero della nostra rivista che sfoggia una prima ed una quarta di copertina colorate e bellissime, frutto dell’estro di Owen Davey, grafico e artista noto in tutto il mondo.

Questo numero di Pianeta Azzurro è acquistabile qui 

Scrive per noi

Andrea Ferrari Trecate
Andrea Ferrari Trecate
Laureato in diritto ambientale, si è presto convinto che le sfide ecologiche non si vincono nei tribunali. Collabora con l’Istituto Scholè dal 2014 e dal 2017 è inviato di Pianeta Azzurro per il quale gestisce anche contenuti online e la comunicazione social media. Crede nell’intelligenza delle persone e che la buona comunicazione serva a risvegliarne la consapevolezza per cambiare il mondo.

Andrea Ferrari Trecate

Laureato in diritto ambientale, si è presto convinto che le sfide ecologiche non si vincono nei tribunali. Collabora con l’Istituto Scholè dal 2014 e dal 2017 è inviato di Pianeta Azzurro per il quale gestisce anche contenuti online e la comunicazione social media. Crede nell’intelligenza delle persone e che la buona comunicazione serva a risvegliarne la consapevolezza per cambiare il mondo.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.