Novembre – n°5/2011 (35)

L’ultimo numero dell’anno è dedicato al premio nazionale Pianeta Acqua e alla descrizione di alcuni progetti vincitori.

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

Stefano Moretto introduce il quinto ed ultimo numero dell’anno de Il Pianeta Azzurro con il suo Due candeline per “Pianeta Acqua”, in cui presenta la seconda edizione dell’omonimo premio nazionale destinato alle esperienze virtuose contro gli sprechi di acqua ed oggetto principale di questo numero.

Questo premio Pianeta Acqua è poi ripreso nella sezione Idee per un mondo blu, dove vengono messi in rassegna i numeri raggiunti da questa edizione, e poi descritti alcuni tra i progetti vincitori: Marco Iob, nello spazio La campagna “Portatori d’acqua”, approfondisce il programma di responsabilizzazione dei cittadini con l’adesione ad una carta dei principi e la ricezione di un attestato, mentre in Acqua fonte di vita si descrive il progetto di comunicazione a scuola proposto a Macerata.

Segue poi il Progetto Acquabo, per il risparmio idrico: obiettivi e risultati attesi, in cui l’attenzione per l’acqua si collega al Piano urbanistico e al Regolamento edilizio di Bologna, che permetterà la divulgazione dei risultati e quindi il monitoraggio, ed infine Cinzia Zugolaro ci descrive nel suo articolo IDRA III il progetto connesso al Contratto di Fiume, in Provincia di Torino, volto al coinvolgimento del pubblico alle iniziative di riqualificazione dell’area.

SOMMARIO

23  Due candeline per “Pianeta Acqua”, di Stefano Moretto
24  L’acqua dolce in Europa, di Patrizia Bonelli
26  Idee per un mondo blu
27  La campagna “Portatori d’acqua”, di Marco Iob
28  Acqua fonte di vita
28  Cronaca Sotto-sopra
29  Progetto Acquabo, per il risparmio idrico: obiettivi e risultati attesi
30  IDRA III, di Cinzia Zugolaro

 

INSIEME PER UN PIANETA MIGLIORE

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

ABBONATI ORA alle testate “.eco”, “il Pianeta azzurro” e “Culture della sostenibilità”

ADERISCI COME SOCIO e, oltre a ricevere le nostre pubblicazioni, potrai partecipare alle attività della Rete WEEC Italia

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.