Ambasciatori di #GoodPracties per il Mare. Un estratto dell’Intervista a Leonardo D’Imporzano

Il presidente di 5 Terre Academy racconta la genesi del premio e gli obiettivi futuri. Prossimamente, sul cartaceo di Pianeta Azzurro, la versione integrale e le interviste ai ragazzi vincitori !

Si è svolta l’8 settembre, presso il Comune di Monterosso al Mare, la manifestazione di premiazione promossa dall’associazione ambientalista “5 Terre Academy o.d.v.” denominata “Ambasciatori di #GoodPracties per il Mare”. Un riconoscimento volto a premiare coloro i quali compiono azioni di tutela, salvaguardia e promozione della biodiversità marina.

A ricevere il premio, quattro ragazzi del Comune di Monterosso. Leonardo, Alessandro, Thomas ed Edoardo che, durante la passata stagione estiva, hanno iniziato -dapprima come un gioco e poi con una vera e propria organizzazione- a rimuovere dai fondali marini del celebre borgo delle Cinque Terre ciò che era stato gettato in mare o con incuria semplicemente smarrito da turisti e residenti.

Un’iniziativa che ha contribuito in maniera sensibile a ripulire un piccolo tratto di mare, fortemente colpito dall’attività dell’uomo. Attrezzi da pesca, bottiglie, lattine, macchine fotografiche, telecamere e molto altro è riemerso, settimana dopo settimana, da sotto la superficie del mare.

Oltre al plauso e al diploma di 5 Terre Academy, i ragazzi hanno ricevuto in premio anche alcuni prodotti Beuchat, azienda leader nel mondo della subacquea. Un kit maschera e boccaglio ed una nuova sacca porta-spazzatura, recentemente lanciata sul mercato, accompagnano ora i quattro “spazzini del mare”, come hanno affettuosamente e giocosamente deciso di chiamarsi.

La sacca, in particolare, ha subito riscosso grande successo e i ragazzi, già dopo la premiazione, l’hanno messa alla prova con successo, durante un tuffo di pulizia pensato per l’occasione.

Non c’è che da sperare che il loro impegno virtuoso sia da esempio e che la loro intraprendenza possa essere di stimolo anche negli altri borghi delle Cinque Terre“.

(Leonardo D’Imporzano)

Gli “Spazzini del Mare” con Leonardo D’Imporzano

 

Il Pianeta Azzurro ha raccolto le testimonianze di Leonardo D’Imporzano, presidente di 5 Terre Academy, e dei ragazzi vincitori di “Ambasciatori di #GoodPracties per il Mare” con una serie di brevi interviste esclusive!

Qui un estratto dell’intervista rilasciataci da Leonardo D’imporzano; le versioni integrali vi aspettano prossimamente sul cartaceo di Pianeta Azzurro!

IL PIANETA AZZURRO: Leonardo, 5 Terre Academy ha da poco compiuto 15 anni di attività; qual è il bilancio di un periodo così lungo ed intenso?

LEONARDO D’IMPORZANO: “Non possiamo che essere soddisfatti! Se ci giriamo indietro, infatti, vediamo un lungo percorso ricco di successi, frutto di un grande impegno che cela anche tantissime fatiche ed ostacoli affrontati. Tra i successi, sicuramente il record di apnea sotto i ghiacci, il Premio DonnAmbiente, le ricerche scientifiche che ci hanno portato a monitorare il cuore ad oltre 100 metri di profondità in apnea, gli incontri istituzionali tra Camera e Senato della Repubblica con eventi e conferenze di alto spessore. L’attività al Parlamento Europeo, in qualità di “stakeholders” sulla pesca professionale, le mostre prestigiose come quella esposta all’Europarlamento e quella al Museo del Mare – Galata di Genova. Senza dimenticare gli incontri scientifici di ogni grado nelle scuole e le giornate di “BioSnorkeling”. Ricordare tutti i  nostri piccoli grandi successi è davvero quasi impossibile. Non a caso, stavo dimenticando di citare il progetto di economia circolare legata alla trasformazione del rifiuto plastico marino in occhiali da sole e l’ultimo obbiettivo che abbiamo centrato poche settimane fa: contribuire alla messa in dimora di 1.000 alberi“.

D: Con la premiazione dei giovani “Spazzini del Mare” si compie un’ulteriore tappa del percorso di educazione ambientale svolto da 5 Terre Academy: ci parla più nel dettaglio di “Ambasciatori di #GoodPracties per il Mare”?

R: “È un riconoscimento, patrocinato dal Parlamento Europeo, che testimonia il lavoro, l’impegno, la costanza e l’innovazione nella difesa dell’ambiente marino […]”

Continuate a seguire il Pianeta Azzurro su sito e social network per non perdere la versione integrale delle nostre interviste!

Scrive per noi

Andrea Ferrari Trecate
Andrea Ferrari Trecate
Laureato in diritto ambientale, si è presto convinto che le sfide ecologiche non si vincono nei tribunali. Collabora con l’Istituto Scholè dal 2014 e dal 2017 è inviato di Pianeta Azzurro per il quale gestisce anche contenuti online e la comunicazione social media. Crede nell’intelligenza delle persone e che la buona comunicazione serva a risvegliarne la consapevolezza per cambiare il mondo.

Andrea Ferrari Trecate

Laureato in diritto ambientale, si è presto convinto che le sfide ecologiche non si vincono nei tribunali. Collabora con l’Istituto Scholè dal 2014 e dal 2017 è inviato di Pianeta Azzurro per il quale gestisce anche contenuti online e la comunicazione social media. Crede nell’intelligenza delle persone e che la buona comunicazione serva a risvegliarne la consapevolezza per cambiare il mondo.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *