Marzo – n°2/2013 (41)

Il numero di marzo si apre con le riflessioni sui passaggi chiave dell’anno passato che hanno visto l’acqua protagonista. Si prosegue parlando delle risorse che il mare fornisce, quali le alghe ad uso alimentare ed, infine, un approfondimento sul concorso “River Eyes Torino”.

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

Il numero di marzo de Il Pianeta azzurro si apre con l’Editoriale di Stefano Moretto che ripercorre tutti i passaggi chiave che hanno visto l’acqua protagonista. Quali sono le aspettative per il 2013 è certamente la domanda da porsi in questo momento.

Frauke Tillmans propone un articolo in merito al lavoro di ricerca del Diving Safety Laboratory, in cui ci si chiede che effetti può avere sul subacqueo un cambiamento della pressione parziale dell’ossigeno durante l’immersione, in special modo della formazione di bolle gassose.

Marco Ferro pone l’attenzione sull’azione alimentare delle alghe e le loro proprietà, utili in funzione delle diverse esigenze del consumatore.

Interessante anche la proposta relativa al concorso “River Eyes Torino” proposto dalle associazioni Antropocosmos ed ECOntACT, in collaborazione con l’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futur. I protagonisti di questo concorso fotografico sono proprio i quattro fiumi che caratterizzano la città di Torino.

 

SOMMARIO

29  2013: un anno da bis, di Stefano Moretto
30  Mi scusi, lei produce bolle?, di Frauke Tillmans
32  Mulini sott’acqua, di Stefano Moretto
33  Un concorso artistico per i fiumi di Torino, di L. di Francesco, M. Piccolo e V. Vidano
34  L’impronta idrica. Finalmente una buona notizia, Elisabetta Cimnaghi

 

INSIEME PER UN PiANETA MIGLIORE

Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf di questo numero!

ABBONATI ORA alle testate “.eco”, “il Pianeta azzurro” e “Culture della sostenibilità”

ADERISCI COME SOCIO e, oltre a ricevere le nostre pubblicazioni, potrai partecipare alle attività della Rete WEEC Italia

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.