Un libro “da bere”

Sono positivi i primi test sul campo per il “libro da bere”: si tratta di un mini volume le cui pagine non solo contengono istruzioni su come e perché purificare l’acqua, ma fungono da veri e propri filtri per la stessa, depurandola da batteri nocivi. Il libro, spiega Dankovich (la ricercatrice della Carnegie Mellon University di Pittsburgh che ha sviluppato il progetto) all’emittente britannica, “è pensato per le comunità nei Paesi in via di sviluppo, considerando che ci sono 663 milioni di persone in tutto il mondo che non hanno accesso ad acqua pulita, potabile”. “Tutto quello che c’è da fare è strappare un foglio di carta del libro, metterlo in un contenitore a mo’ di filtro e versarvi sopra l’acqua. Così il liquido fuoriesce depurato, senza batteri”. In base ai test condotti, una pagina può arrivare a purificare oltre 100 litri di acqua.

fonte: /www.ansa.it/

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *