Torna “Vela X tutti”… e questa volta raddoppia!

Torna per la seconda edizione “Vela per tutti“, iniziativa organizzata dall’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro onlus e il Pianeta azzurro, in collaborazione con Decathlon Santo Stefano di Magra.
Il 9 agosto sedici ragazzi potranno vivere un’avventura unica: un’escursione in barca a vela per ammirare da vicino la vita marina che caratterizza il Mediterraneo. L’iniziativa è rivolta a ragazzi diversamente abili o che vivono situazioni difficili dal punto di vista economico, sociale, relazionale o familiare.

Partendo da  Decathlon Santo Stefano di Magra, i ragazzi si sposteranno verso il Centro Velico Caprera di Lerici (SP), la più grande scuola di vela del Mediterraneo fondata nel 1967. Alle ore 10, le barche Olopherne capitanata da Fanja Raffellini e Luca Oldrà dell’Associazione Nave di Carta di Marco Tibiletti, che dal 1998 promuove la cultura del mare e della navigazione a vela come mezzo educativo per i giovani, per la prevenzione e il recupero del disagio sociale, fisico e psichico, e V Remo dell’associazione Afrodite Onlus di Mauro Bornia, presidente della Consulta per Disabili della Provincia di La Spezia, prenderanno il largo.

Destinazione finale l’Isola Pamaria (Pozzale) dove una guida esperta dell’associazione Mangia Trekking accompagnerà i ragazzi a scoprire la flora e la fauna dell’isola.
Una giornata passata in mezzo al mare per far avvicinare all’ambiente naturale, in modo corretto e sicuro; il tutto in un’ottica di turismo sostenibile e di divertente apprendimento della biodiversità marina. «Il progetto nasce come esigenza di creare una realtà in cui persone disagiate dal punto di vista fisico, psichico e sociale abbiano la possibilità di vedere realizzata una concreta esperienza di socializzazione e integrazione». Con queste parole Mario Salomone, presidente dell’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro Onlus, spiega le motivazioni che hanno portato alla nascita del progetto. «Si vuole promuovere  un turismo sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale, vivendo un’esperienza di diretta conoscenza dell’ambiente marino. Si intende,- continua Salomone – consentire un alto livello di integrazione tra i partecipanti, strutturando l’attività sportiva in modo tale che sia incentivata e sviluppata l’empatia tra i normodotati e i “diversamente abili”».

L’evento è stato presentato in conferenza stampa il 21 luglio, presso il Comune di S. Stefano di Magra. Invitato per l’occasione è stato Giovanni Soldini, velista italiano campione di numerose competizioni e famoso per le sue navigazioni in solitaria.

Il progetto è realizzato dall’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro, grazie al contributo di Decathlon di Santo Stefano di Magra, International Custom Services, Sernav, Sernav trasporti, Trasporti Zironi e E. Leclerc – Conad e in collaborazione con il Comune di S. Stefano di Magra, la Consulta per Disabili della Provincia di La Spezia e il Parco Naturale Regionale di Portovenere.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *