Il Libro dell’acqua. La storia straordinaria della più ordinaria delle sostanze

Alok Jha – Traduzione di Luigi Matteo Civalleri
Il Libro dell’acqua. La storia straordinaria della più ordinaria delle sostanze
Collana «Nuovi Saggi Bollati Boringhieri», 2016
24.00 euro, 384 pp.


Praticamente tutte le nostre funzioni biologiche possono essere ricondotte al modo in cui le molecole d’acqua si attraggono e danzano tra loro. Ogni luogo della Terra è saturo d’acqua o è stato in qualche modo forgiato da essa. L’acqua è la sostanza più comune che abbiamo: la usiamo quotidianamente nelle nostre case, ci cade addosso direttamente dal cielo e si muove in continuazione sotto i nostri piedi nelle falde acquifere; ma si trova anche allo stato gassoso nell’aria che respiriamo, liquida negli oceani e nei fiumi e solida nella neve e nei ghiacciai. Non stupisce che proprio l’acqua sia al centro dei rituali di quasi tutte le religioni. L’acqua è anche «semplice», o almeno così crediamo: H2O, una piccola molecola fatta di soli tre atomi legati tra loro a formare una microscopica V. Eppure, a un esame più accurato, l’acqua risulta essere una sostanza più che mai sorprendente e straordinaria. Ad esempio si espande quando si raffredda (il ghiaccio galleggia sull’;acqua), cosa che pochissime altre sostanze fanno. Ma non sono solo le sue caratteristiche fisiche ad essere particolari: in effetti l’acqua è lo sfondo costante della grande storia della Terra, della vita e dell’umanità, come ci racconta, con prosa ispirata e coinvolgente, Alok Jha in questo libro. Viene dallo spazio profondo, è una figlia del Big Bang, e si è concentrata sul nostro pianeta in maniera fortuita. Una volta arrivata non è più andata via e il suo costante movimento ciclico ha letteralmente dato forma al mondo che conosciamo, scavando le valli, erodendo le montagne e permettendo la vita. Ma anche favorendo gli insediamenti umani lungo il corso dei fiumi; molte guerre sono state (e saranno) combattute per il suo controllo. Il libro dell’acqua vi farà guardare per sempre a questa sostanza con occhi diversi; dietro un comune bicchiere d’acqua, attraverso questo strano liquido; inodore, incolore e insapore; imparerete a riconscere il legame profondo che ci lega tutti quanti con l’origine dell’universo, l’origine della vita e la storia stessa dell’umanità.

Alok Jha, fisico per formazione, già corrispondente scientifico del «Guardian», lavora per il canale televisivo britannico ITV. Attivo anche alla BBC, Alok Jha è stato nominato Scrittore scientifico europeo dell’anno nel 2008 e ha ricevuto il premio di scrittura scientifica dall’American Institute of Physics nel 2014.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *