Ritiro dei ghiacciai, aumento del livello dei mari e resilienza, gli argomenti di Scalamercalli

«Dopo l’ottimo risultato per l’informazione ambientale e l’aumento di share della trasmissione Scalamercalli, condotta e ideata da Luca Mercalli, membro del Comitato Scientifico di FIMA, che è salita in una settimana dal 4.97% al 5,33%. – afferma Mario Salomone, Presidente di FIMA – Arriva una terza puntata da non perdere».
Scalamercalli di sabato 14 Marzo su Rai3 dopo le 21,30 ha affrontato il ritiro dei ghiacciai dalle Alpi alle Ande e il conseguente aumento del livello oceanico. I mari si riscaldano e si acidificano, il loro equilibrio ecologico cambia, le specie ittiche si tropicalizzano: ne ha parlato il biologo marino Ferdinando Boero dell’Università del Salento.

Il livello dei mari che aumenta minaccia popoli di tutto il mondo e crea ecoprofughi: siamo oltre sette miliardi e la sovrappopolazione minaccia la qualità della vita del futuro: in Bangladesh il problema è stato risolto seguendo un innovativo cammino culturale, senza costrizioni, conferendo dignità e potere decisionale alle donne. E proprio una donna, Rachel Carson, l’autrice di Primavera Silenziosa nei primi anni Sessanta introdusse il concetto di ecocritica, ovvero scienza e letteratura per salvaguardare l’ambiente e la salute: sarà l’argomento trattato da Serenella Iovìno, docente di letterature comparate all’Università di Torino. Dobbiamo dunque costruire resilienza per il futuro: l’intervista girata a Stoccolma a Johan Rockstrom dell’Istituto per la Resilienza è un vero manifesto politico per l’Umanità che da solo vale la puntata. Luca Mercalli insieme a Filippa Lagerback concluderanno il loro viaggio nel quartiere più sostenibile della capitale svedese.

la trasmissione è stata seguita in diretta con i soci di FIMA, attraverso il live twitting

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *