“I fiumi si raccontano”…all’Ecomuseo Urbano

Lunedì 24 ottobre 2011 è stata la giornata autunnale più caotica che io abbia mai vissuto. Dormivo tranquillamente sul mio morbido nido di giunchi quando, alle nove di mattina, delle urla stridule e acute mi hanno svegliata e quasi quasi cadevo in acqua con tutta la mia casa. Chi poteva essere a quell’ora?

 

 

Erano i bambini protagonisti del progetto “I fiumi si raccontano” e Beatrice, una di loro e l’autrice di queste righe, racconta così l’esperienza al Parco della Pellerina. Non attraverso i suoi occhi ma attraverso quelli di un piccolo germano reale. Il suo tema e tutti i lavori realizzati dalle classi partecipanti saranno esposti in una mostra martedì 13 dicembre alle ore 14.30 presso l’Ecomuseo Urbano della Circoscrizione IV di Torino.

“I fiumi si raccontano” è nato come percorso interdisciplinare di conoscenza e scoperta del fiume Dora Riparia e del territorio che lo circonda. L’obiettivo primario è quello di avvicinare i ragazzi delle scuole alla realtà del fiume che scorre nel loro quartiere e renderli consapevoli dell’importanza che ha rivestito, e riveste tutt’ora, dal punto di vista naturalistico, storico, culturale ed economico.
Nella sua seconda edizione il progetto ha introdotto il monitoraggio dell’acqua e del paesaggio fluviale come strumento didattico per approfondire e comprendere la complessità di questo ecosistema. Mentre in Italia le potenzialità di questo mezzo sono ancora poco sfruttate, all’estero viene adottato da gruppi di cittadini come metodo di controllo diretto della qualità delle risorse idriche, diventando anche uno strumento di sensibilizzazione e comunicazione delle criticità ambientali.

E allora perché non utilizzarlo a scopi educativi? Attraverso il coinvolgimento diretto dei ragazzi sul campo, infatti, si possono raggiungere importanti obiettivi: effettuando in prima persona il campionamento, si impara a conoscere, comprendere e analizzare i parametri chimici, fisici e biologici dell’acqua, a formulare ipotesi che forniscano un’interpretazione dei dati raccolti e a riflettere sulle interazioni uomo-ambiente. Ultimo ma non meno importante, far sviluppare un senso di appartenenza per il quartiere e di tutela delle risorse naturali.

Quest’anno hanno partecipato a “I fiumi si raccontano” le classi V E, V F e V G dell’Istituto Comprensivo Pacinotti-De Filippo e la II M del Liceo Scientifico Carlo Cattaneo.
Il progetto è promosso e realizzato dall’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro Onlus con la collaborazione della rivista .eco, l’educazione sostenibile, de il Pianeta Azzurro, dell’Ecomuseo Urbano della IV Circoscrizione di Torino, e con il contributo della Circoscrizione IV di Torino.

8 dicembre 2011

Chiara Capone e Maria Luisa Angiero

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *