Mettiamo al Bando la Plastica

Il 21 Novembre l’Intergruppo Mari, Fiumi, Isole e Aree Costiere (Searica) insieme al MIO-ECSDE (Ufficio Mediterraneo per l’Ambiente) e al COMPSUD (Circolo informale  dei Parlamentari  Mediterranei per lo Sviluppo Sostenibile) si sono riuniti al Parlamento Europeo a Bruxelles.
E’ stata un’occasione unica in cui parlamentari europei e parlamentari di paesi mediterranei non europei si sono incontrati con esperti di rifiuti marini, ONG ambientali, giornalisti ed altri soggetti interessati, per esplorare i passi futuri per raggiungere l’obiettivo di un Mediterraneo libero dai rifiuti. L’evento è stato seguito da 65 partecipanti da circa 20 paesi. Continua a leggere

Da molto tempo sappiamo come la plastica nell’oceano costituisca un problema e ne conosciamo gli effetti deleteri sull’ambiente marino.

Con la Direttiva “Strategia per la Plastica” per l’eliminare o la mettere al bando  alcuni prodotti in plastica, la Commissione Europea ha posto  un limite all’inquinamento da plastica.  Molto è già stato fatto, ma dobbiamo lasciarci alle spalle  la plastica  e ripensare il futuro con oceani e mari senza plastica.

Un secondo incontro organizzato da GWP/Med (Partenariato Generale sull’Acqua per il Mediterraneo) si è tenuto il 22 a Bruxelles  per l’attuazione del programma NEXUS nei paesi MENA (Medio Oriente e Nord Africa) sull’acqua, l’energia, il cibo e la biodiversità. Come evitare che il consumo eccessivo di una risorsa danneggi le altre: siamo consapevoli, infatti, che quando prendiamo qualcosa dal pianeta lo paghiamo in qualche modo, particolarmente in biodiversità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *