L’acqua nell’uomo

L’acqua ci dà la vita e scorre attraverso le nostre fibre incessantemente, è come se fossimo attraversati da un piccolo rivolo che dobbiamo sempre mantenere colmo. Senz’aria possiamo resistere pochi minuti, ma senz’acqua al massimo qualche giorno. Il contenuto d’acqua all’interno del corpo umano in condizioni normale rimane pressoché stabile, grazie al bilanciamento tra liquido in entrata e liquido in uscita. Il fabbisogno giornaliero d’acqua è la quantità necessaria a mantenere stabile questo bilanciamento, i quantitativi d’acqua raccomandati dalle RDA sono di 1ml/kcal per il bambino e 1,5ml/kcal per l’adulto, anche se possono variare in relazione a vari fattori come la temperatura, l’attività muscolare, l’età. La maggior parte del nostro fabbisogno viene introdotto con l’alimentazione : circa 500-900 ml con gli alimenti e 800-1500 ml con le bevande.
In condizioni normali il turnover giornaliero d’acqua è di circa il 4% nell’adulto e fino al 15% nei bambini che sono più esposti alla disidratazione a causa del loro corpo più piccolo e meno ricco di riserve. Il meccanismo che regola il nostro equilibrio è scandito dalla sete, governata dall’ipotalamo e dalla minzione, regolata dall’ormone ADH. L’acqua persa con le urine è di circa 1300 litri al giorno. Poi piccole quantità di liquido sono espulse dall’organismo attraverso la respirazione, il sudore, le feci e recuperate dal metabolismo attraverso l’ossidazione dei nutrienti come i grassi o i carboidrati.
Se andiamo a vedere le proporzioni l’uomo è fatto d’acqua in quantità variabile tra il 51% e il 61%, la donna tra il 45% ed il 57%.
Buona bevuta a tutti!

 torna alla rubrica

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *