La Blue Economy riparte da Napoli

Il mare che con la sua ‘blue economy’ conta 5,4 milioni di persone impiegate e un valore aggiunto lordo creato di quasi 500 miliardi di euro all’anno. Con la previsione di ulteriori margini di crescita da qui al 2020. Una risorsa strategica per occupazione, nuovi mestieri, economia e ricerca.Se ne parlerà a ‘Orizzonte Mare: Ricerca, Innovazione e Formazione’, evento di discussione che si svolge il 14 e 15 dicembre presso il Centro Congressi della Stazione Marittima ‘Terminal Napoli’ del capoluogo campano.
Due giornate di contributi scientifici e interventi istituzionali, mirati alla definizione di nuovi scenari per l’economia del comparto e alla valutazione dell’impatto di innovazione e investimenti in formazione sul Paese e sul Meridione. Nell’ambito dei momenti di formazione, duecento studenti degli istituti nautici della regione saranno impegnati in workshop dedicati agli strumenti più innovativi della ricerca oceanografica (Side Scan Sonar, Magnetometro, Sonda Ctd, Veicolo filoguidato subacqueo Rov – Remotely Operated underwater Vehicle).

fonte (http://www.improntaunika.it/)

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *