Earth Day, una giornata per celebrare il nostro Pianeta

La Giornata mondiale della Terra è una giornata speciale, dedicata al Pianeta su cui viviamo ed ai suoi abitanti. E’ ormai un evento educativo e formativo e serve a ricordare a tutti, in questo periodo più che mai, i problemi a cui sta facendo fronte il nostro Pianeta. Inquinamento di aria e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, l’esaurimento delle risorse non rinnovabili, sono solo alcuni dei problemi reali e odierni.

Il mondo acquatico, purtroppo, sta affrontando problemi anche diversi ma altrettanto gravi: inquinamento della acque, dolci e salate, l’inquinamento di plastiche e microplastiche, la distruzione di ecosistemi preziosi e fragili come le barriere coralline, prosciugamento di aree umide e desertificazione di aree verdi, e molte altre situazioni drammatiche.

Ma come nacque questa giornata che ora vede ogni anno mobilitarsi quasi 200 Paesi?

L”Earth Day’ fu fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy nel ’62 in concomitanza con le proteste contro la guerra in Vietnam. L’Earth Day prese definitivamente forma nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi al largo di Santa Barbara, in California, a seguito del quale il senatore Nelson decise fosse giunto il momento di portare le questioni ambientali all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico. “Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”.
La svolta avvenne proprio il 22 aprile 1970 quando, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra. Ciò permise, alcuni anni dopo, il Vertice delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro, che si rivelò cruciale come evento per la salvaguardia degli ecosistemi del pianeta.

Nel corso degli anni, fino ad oggi, la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l’affermazione della “Green Generation”, fenomeno simbolizzato oggigiorno anche dal movimento ‘Fridays for Future’ di Greta Thunberg. Questo movimento guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

E tutti ci auguriamo di vederlo presto, un futuro del genere.

Per saperne di più consultare:

http://www.earthdayitalia.org/

 

 

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *