Alle Eolie per osservare i cetacei

Si sono aperte le iscrizioni per partecipare al Aeolian Cetacean Research, un progetto di monitoraggio dei cetacei nell’Arcipelago delle Isole Eolie organizzato dalla NECTON Marina Research Society.

 

Il programma di ricerca, nato nel 2004 grazie alla collaborazione dell’associazione no profit DELPHIS Aeolian Dolphin Center che studia l’ecosistema marino delle Eolie, è un progetto a lungo termine sui cetacei e sulle tartarughe presenti nell’arcipelago.  L’Aeolian Cetacean Research ha l’obiettivo di analizzare il comportamento dei cetacei e delle tartarughe in questi specifici tratti di mare e comprendere l’influenza che l’attività ittica esercita sulle abitudini di queste specie.
Il monitoraggio di questi mammiferi marini e delle tartarughe Caretta Caretta viene condotto all’interno dell’arcipelago Eoliano perché ricco di nutrienti che richiamano grossi banchi di plancton, pesci e cefalopodi, alimenti prediletti dei cetacei. La base logistica è collocata sull’Isola di Salina, che gode di una posizione strategica rispetto le altre isole dell’arcipelago.
Gli ecosistemi marini investigati nella ricerca sono due: l’ambiente pelagico e l’ambiente costiero. Il primo è il più esteso, contraddistinto da fondali scoscesi che raggiungono rapidamente la profondità di mille metri; è l’area prediletta da capodogli, stenelle, balenottere comuni, grampi, delfini comuni e globicefali. L’habitat costiero, invece, è circoscritto alle aree intorno alla costa e abitato prevalentemente dal delfino tursiope.
I corsi di quest’anno cominceranno il 1 aprile e saranno un’occasione per chi ha la passione per i cetacei e le tartarughe marine di osservarli direttamente nel loro ambiente naturale.

 

Per info e iscrizioni:
info@necton.it
info.necton@email.it
www.necton.it

 

25 gennaio 2011

Chiara Capone

 

 

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *